Cosa c’è dopo il digitale? Risponde Angelo D’Alessandro, fondatore di buddybank – UniCredit

Intervista ad Angelo D’Alessandro, fondatore di buddybank – UniCredit

 

  1. Come si progetta una banca su smartphone e cosa deve avere di speciale?

Disegnare una banca esclusivamente su smartphone significa avere la grande opportunità di concentrare tutte le energie di sviluppo su un singolo canale e quindi poter offrire un’esperienza di navigazione perfetta, nativa e senza sbavature. In buddybank andremo a toccare il cuore dei nostri clienti, che per noi saranno co-fondatori, supportandoli non solo sulla parte finanziaria (conto corrente, risparmio, carte e prestiti istantanei) ma anche sulle piccole operazioni di tutti i giorni, come ad esempio prenotare un ristorante, un mazzo di fiori oppure organizzare un viaggio a New York utilizzando la nostra concierge, attiva 24 ore su 24 e disponibile sia via chat che via linea diretta; sarà come avere un’assistente personale sempre al tuo servizio, basterà premere il tasto sulla tua app di “buddy” e pensare solo a goderti l’esperienza perché a tutto resto penseremo noi.

 

  1. Perchè fare Digital Trasformation nella Banca di oggi?

buddybank nasce digitale quindi non dobbiamo trasformarci il che è un grande privilegio e una grande responsabilità; stiamo utilizzando tecnologie di ultima generazione ed osiamo con coraggio ogni giorno nelle nostre scelte, con l’unico scopo di offrire un’esperienza di banca mai vista prima, sicura, facilissima e divertente. Alcune banche tradizionali invece stanno facendo enormi passi avanti sulla digitalizzazione, come ad esempio UniCredit, che sta investendo molto sul cambiamento e sta puntando sull’innovazione. A mio parere le banche devono trasformarsi per essere più veloci, sostenibili e per esserci sempre quando il cliente ne ha davvero bisogno. Noi crediamo che la tecnologia sia un abilitatore di esperienze ma che non debba mai essere il cuore di una strategia industriale e non debba mai sostituire l’unico vero valore aggiunto che è il rapporto umano con il cliente, cosa che le macchine non potranno mai eguagliare.

 

  1. Quali le conseguenze per le Banche?

Le banche che impareranno a fare scelte coraggiose, ad esempio diventando più sostenibili e leggere, potranno continuare a fare margini in un mercato che secondo me è non ha perso solidità ma è solamente più veloce; sopravvive chi è capace di adattarsi e di correre più degli altri.

 

  1. Quali sono i nuovi competitor delle Banche? Quali i loro modelli organizzativi?

I competitor della banche non sono i Fintech, ci raccontano di questo “attacco” dei “disruptor” da anni ma in buddybank non crediamo che questo fenomeno avvenga, le banche rimangono banche, sono regolamentate molto seriamente e continueranno ad essere affidabili custodi dei risparmi dei propri clienti. Il fenomeno Fintech lo abbiamo semplicemente trasformato da minaccia in opportunità, alleandoci con le startup che fanno innovazione nel mondo del financial industry e con quelle che hanno prodotti di lifestyle efficaci e “sexy” da utilizzare. Il modello organizzativo di queste aziende è come il nostro, si lavora senza gerarchie o privilegi, si condividono spazi di co-working dove vi è un “disordine armonico” e dove si crea valore in un ambiente pieno di energia; oltre a questo, quello che fa davvero la differenza in un’azienda è assumersi dei rischi e prendere decisioni ogni giorno.

 

  1. Come è cambiato il cliente? Quali gli ostacoli e le opportunità?

Il cliente ha migliorato il suo stile di vita personale, oggi ci si concentra molto sulla qualità dell’alimentazione, sullo sport, sullo stare bene e sul regalarsi dei momenti di gioia, rimanendo sempre connessi alla rete. La grande opportunità per le banche è saper supportare i propri clienti nella loro vita quotidiana senza essere invasivi, parlando il loro linguaggio e senza pensare che il digital o il mobile sia l’occasione per mettere la banca in tasca al cliente, perché quelle tasche sono già piene di sogni e il nostro ruolo con buddybank sarà quello di realizzarli, insieme.

www.buddybank.com

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l’utilizzo dei cookie da parte nostra .

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi