DAY 2 | Main Conference | 24 settembre 2020

Evento Trusted Digital Identity & Strong Authentication nel processo di Access Management

10:00

Apertura dei lavori a cura di IKN e dell'Endorser

10:25

L’identità digitale è un punto chiave per le aziende e si traduce in un’enorme quantità di risorse spese per sviluppare sistemi di ID digitali fondamentali per promuovere l’inclusione sociale e la creazione di valore economio equivalente al 3-13% del PIL globale nel 2030 e risparmiare circa 110 miliardi di ore attraverso servizi di e-government

  • La credibilità del dato utente: autenticazione a due fattori (user Id+ password) è “un cerotto imperfetto” non sempre funzionale: ci sono alternative più efficaci per l'autenticazione digitale?
  • Quali le implicazione normative della GDPR per la tutela del dato. Chi possiede le informazioni del utente? Quali usi se ne possono fare? Quali sistemi integrati usare per la lettura e archiviazione del dato?
  • Uso dell’intelligenza artificiale per il riconoscimento del profilo utente. Quali vantaggi e svantaggi? 
  • 5G e ID quali prospettive di innovazione futura?
10:40

A fine gennaio 2020 le identità SPID rilasciate hanno raggiunto quota 5.685.148. Il tasso di crescita è di circa 50mila identità a settimana, per le imprese è un grande opportunità nella gestione dei processi burocratici e l’accesso ai servizi di pubblica assistenza.

  • quali vantaggi nell’autenticazione, nella riduzione dei tempi di processo e nella sicurezza della tracciabilità del dato?
  • E con l’UE quali sono i vantaggi per i imprese dell’unione?
  • Costi e risparmi nella gestione documentale. Come strutturare l’archivio digitale?
  • Tipologie di Identità Digitali, usi e elementi di autenticazione biometrica. Come garantire sicurezza sul percorso di autenticazione?
  • Blockchain può essere una soluzione nella decentralizzazione dell’identità?


  • Stefano Arbia - Responsabile SPID e Servizio Accreditamento AGID - Agenzia per l'Italia Digitale
11:25

Networking Break

11:45

Le banche spendono ogni anno circa 1 miliardo di dollari per lo sviluppo di soluzioni per l’identità digitale. Mentre il mercato globale delle soluzioni di autenticazione biometrica è passato da 5 miliardi di dollari nel 2010 a 17 miliardi di dollari nel 2019.

  • Implicazioni e difficoltà di implementazione dell’autenticazione del cliente secondo il Reg. UE 2018/389 nella gestione delle transazioni sui siti ecommerce: Quali infrastrutture permettono di autenticare un titolare di carta di credito con one time password?
  • Pagamento elettronico e acquisto con line come tutelare il merchant nella fornitura del servizio di pagamento?
  • Fruibilità e semplicità d’uso del pagamento digitale, come aumentare del 30% il numero di clienti nuovi e ridurre dell’80% i casi di frode?
  • Come strutturare un sistema di autenticazione univoco che permetta ai merchant e alle banche di potenziare la UX digitale?


12:15

Da più di 5 anni l'Università di Torino è impegnata nell'Identity Management con i suoi 79000 studenti iscritti ogni anno e i suoi oltre 4000 dipendenti tra personale amministrativo e docente.
Una sfida che ha portato all'implementazione del Single Sign-on, alla partecipazione alla Federazione italiana di Infrastrutture di Autenticazione e Autorizzazione della comunità dell’istruzione e della ricerca (IDEM), all'evoluzione per garantire la compatibilità con SPID fino all'interoperabilità transfortaliera delle Identità Digitali (eIDAS).

  • Quali tecnologie hanno permesso una profilazione ottimale del dato e una sua archiviazione in sicurezza?


  • Paola Laguzzi - Head Office - Digital Identity and Security ICT Università degli Studi di Torino
12:30

Analyzing fingerprints: how to identify people in security and crime investigations. 
Techniques to analyze digital fingerprints, in order to detect and recognise device type, brand, model and its operating system details. 


12:45

Networking Lunch

14:00

AI, Machine learning e Data analytics al servizio dell’identità digitale per poter incrementare del 30% il tasso di conversione da prospect a cliente grazie alla esperienza 100% digitale. La sfida oggi è di poter rendere i processi paperless a favore del cliente.

  • quali i vantaggi di una trasformazione digitale dei processi?
  • Come tracciare le abitudini al consumo per fornire assistenza e una personalizzazione del servizio assicurativo?
  • Autenticazione in ingresso, riconoscimento e redazione di un portfolio clienti: come gestire il dato utente nel rispetto della GDPR?
  • Image recognition per la gestione del sinistro  e per sottoscrizione della polizza assicurativa. Quali tecnologia permettono di velocizzare il processo di gestione della liquidazione dei sinistri e di underwriting?


Modera la discussione

  • Giorgio Grasso - Senior Partner Batini Traverso Grasso & Associati - BTG Legal
14:45

La digital transformation porta una riduzione di costi operativi superiore al 25% e un recupero di performance tra il 20 e il 40% in aree quali gestione clienti, sicurezza, regulatory. Gli impattati maggiori riguardano l'utilizzo di dati e sulla loro disponibilità in tempo reale, aprendo opportunità di ripensare i “customer journey”, e i processi di assistenza delle identità dei clienti.

  • Come realizzare un infrastruttura in grado di realizzare una user experience che risponda ai criteri di usabilità e interazione garantendo la giusta sicurezza nella profilazione del dato utente?
  • Biometria e Autenticazione del profilo utente: quali limitazioni e utilizzi del dato secondo le normative GDPR?
  • Data Predictive Analysis e Personalizzazione: quali strumenti permettono una gestione del dato biometrico per la conoscenza delle abitudini al consumo del cliente e poter essere in grado di personalizzare l’offerta dei servizi?
  • Face Reconition e Finger Print per la gestione contabile della bolletta. Quali evoluzioni possibili per innovare il sistema di pagamento dell’energia?


Modera la discussione

15:30

Networking Break

16:00

La spesa per la sanità digitale in Italia è cresciuta del 7%, raggiungendo un valore di 1,39 miliardi di euro. I sistemi dipartimentali e la Cartella Clinica Elettronica (CCE) sono gli ambiti di innovazione digitale in sanità che raccolgono i budget più elevati, rispettivamente 97 e 50 milioni di euro. Il 58% dei medici italiani utilizza correttamente il CCE che diventa necessaria per la classificazione del dato paziente.

  • Come profilare il dato clinico del paziente nel rispetto della GDPR? Quali le implicazioni nella gestione documentale?
  • Come tutelare i diritti del malato: etica e servizio del dato genetico e biometrico. Come garantire sicurezza attraverso sistemi di autenticazione biometrica?
  • Access management e condivisione del dato: quali obblighi e avvertenze del medico nella gestione del dato clinico?
  • Dalla ricerca clinica alla divulgazione scientifica fino alla costruzione del piano terapeutico: chi può leggere il fascicolo elettronico? Quale ruolo delle aziende farmaceutiche?
  • Come strutturare processi di trasmissione dati sicuri in situazioni di emergenza internazionale come nella pandemia da COVID-19?
  • Come risolvere problemi la gestione sicura delle informazioni fra professionisti ed assistiti cronici quali, coordinamento dell’assistenza e dilemma dell’interoperabilità?


Modera la discussione

16:30

Sistemi di Facial recognition per offrire ai passeggeri processi veloci ai controlli di sicurezza durante il check-in il primo caso di eccellenza del trasporto italiano


17:00

Chiusura dei lavori