News & Media

Road to Forum Banca 2019: Young Platform

Fintastico intervista Young Platform

 

Incontra le migliori startup fintech che stanno trasformando l'industria finanziaria con innovazione e tecnologia a Milano durante Forum Banca.

young platform

Young Platform è una startup fondata nel 2018 da 6 studenti del Dipartimento di Informatica e Telecomunicazioni dell'Università di Torino. Il team è altamente qualificato e comprende non solo esperti tecnici del settore, ma anche professionisti del business, del design e del marketing che rendono Young Platform un’organizzazione dinamica e flessibile. Abbiamo avuto l'occasione di intervistare Andrea Ferrero, CEO di Young Platform.

Ciao Andrea, raccontaci di te e di come ti sei avvicinato al mondo fintech 

Ho sempre cercato di creare qualcosa di mio, di trasformare una realtà che avevo tra le mani in qualcosa di diverso, che fosse un passo avanti rispetto a quello che conoscevo. Con Young è andata allo stesso modo. Con i miei compagni del liceo, che oggi sono i miei soci, ho cominciato a comprare criptomonete quasi per gioco, a fare trading e acquisti sul deep web, che all’epoca era l’unico spazio dove fossero effettivamente spendibili. Più imparavo i meccanismi del trading e la tecnologia alla base del mondo crypto, più mi rendevo conto che le criptomonete e la blockchain stavano comportando una rivoluzione non solo in campo finanziario ma in molti altri settori, come fece Internet nel '94. Tuttavia, l’adozione di massa era rallentata da una complessità sia concettuale, sia operativa che riscontravamo in prima persona nell'utilizzo delle piattaforme exchange. Per quanto provassimo ad avvicinare le persone al settore, molti rinunciavano per la difficoltà e i tempi di attesa che richiedeva ogni passaggio e transazione. 

Così al primo anno di università è nata l’idea di Young Platform: una piattaforma per la compravendita di criptovalute che fosse semplice, intuitiva e assolutamente sicura. Abbiamo trasformato il nostro bilocale in un ufficio e per 4 mesi abbiamo lavorato al progetto, finché non siamo stati incubati all’i3P, l’Incubatore del Politecnico di Torino. 
In brevissimo tempo abbiamo costruito un team pazzesco e iperspecializzato, tra cui sei programmatori a tempo pieno, due grafici che lavorassero sui concetti di semplificazione e user-experience, e un team di comunicazione che si occupasse della parte education. Uno degli aspetti fondamentali per fidelizzare l’utente e far sì che Young Platform diventi davvero per tutti è, a mio parere, l’istruzione dell’utente. I nostri prodotti sono anche dei percorsi formativi che aiutano l’utente a informarsi, difendersi dalle truffe e cominciare a conoscere una tecnologia che molto presto si affermerà come un’alternativa alla finanza tradizionale. 

Cosa è Young Platform e come funziona?  

Young Platform è l’exchange di criptovalute che aggiunge un grande tassello nell'ecosistema Young. Sul nostro exchange sarà possibile comprare e vendere più di 80 criptovalute, con commissioni molto competitive e convenienti rispetto ai competitor, garantite dall'utilizzo della criptomoneta Young. 

L’accessibilità è ottenuta, in primis, dalla semplificazione di alcuni processi (per esempio il trasferimento di crypto da un wallet a un exchange) che possono risultare macchinosi ad occhi meno esperti e dalla possibilità di nutrire il proprio wallet direttamente con carta di credito o conto bancario. In questo modo viene garantito anche il cash out da criptomoneta a euro/dollaro tramite i tradizionali circuiti di pagamento. 

La grafica, l’interfaccia, i procedimenti solitamente complessi e dispersivi saranno il più diretti e lineari possibile, seguendo sempre il principio della trasparenza. La piattaforma sarà disponibile sia su web che mobile, anche in una versione Pro per utenti esperti. L’exchange diventerà il cuore di Young nel futuro prossimo, ma la nostra visione in ultimo è quella di diventare un modello bancario alternativo, espandendo quindi i nostri servizi finanziari all’interno del sistema cripto e blockchain.

Avete lanciato sul mercato Stepdrop, di cosa si tratta?

Stepdrop è l’applicazione che permette di accumulare la nostra criptovaluta, lo Young, semplicemente camminando: i passi che effettui nel corso della giornata possono infatti essere convertiti. È disponibile sia per iOS che Android e ad oggi abbiamo raggiunto i 70.000 download. Non è l’unico modo di guadagnare Young: abbiamo integrato la funzione che permette di guadagnare 0,1 Yng guardando un breve video pubblicitario e una classifica settimanale degli utenti che riescono a riscattare più Young, in cui i primi 10 vincono token. 

La classifica è stata pensata come stimolo, perché gli utenti si incuriosissero e fossero spinti a informarsi sul mondo cripto. La nostra mission è sempre stata quella di costruire un percorso educativo per chi non è esperto di finanza digitale, in modo da dare a tutti le stesse possibilità di partecipare a questa potenziale rivoluzione. Già all'interno di Stepdrop si possono trovare articoli e video dedicati, ma siamo disponibili a fornire personalmente qualsiasi approfondimento, soprattutto nelle Live Facebook e Instagram che conduco regolarmente anche con ospiti esperti.

Gli utenti di Stepdrop ricevono per camminare degli YNG. Ci spieghi meglio il suo funzionamento?  

Lo Young è una criptovaluta, al pari di Bitcoin o Ethereum; tuttavia deve ancora approdare sul mercato e Stepdrop è stato pensato proprio come tool propedeutico al lancio sull’exchange.

Per ora i token Young possono essere usati nella sezione Marketplace di Stepdrop per ottenere sconti e gift card, ma in quanto criptovaluta, il suo habitat è l’exchange. 

Young Platform permetterà agli utenti di Stepdrop di cominciare a investire in criptomonete avendo già messo da parte un piccolo fondo di investimento semplicemente camminando.

Qual è la tua opinione su Libra, il nuovo progetto di Facebook? 

L’arrivo di Libra potrebbe smarcare definitivamente la differenza creatasi tra le criptovalute e le forme digitali private di trasferimento di valore. Ognuno di questi asset sta trovando la sua posizione all'interno del mercato: Bitcoin si configura come un bene rifugio attraente dal punto di vista speculativo, Libra come una moneta per effettuare pagamenti. In questo senso Facebook normalizzerà l'utilizzo delle criptomonete, accelerando improvvisamente il processo di adozione di massa. Certo, probabilmente assorbirà una grande fetta di mercato, ma faciliterà l'impiego della blockchain e dell'intero sistema dei cryptoassets su scala globale.

Facebook e Bitcoin sono più complementari l'un l'altro di quanto non siano sostituibili. Dal momento che Facebook è sotto tutti i riflettori del mondo, porterà a una regolamentazione sempre più chiara, normalizzerà l'uso della criptovaluta più velocemente di qualsiasi altra alternativa, scatenando la curiosità sulla sua gigantesca base di utenti e inaugurando la prossima grande ondata.

Raccontaci della vostra campagna di crowdfunding su Seedrs. Come è stata come esperienza?  

Abbiamo deciso di utilizzare come metodo di raccolta fondi l’equity crowdfunding per dare la possibilità a tutta la nostra community di partecipare come parte attiva al progetto. Il crowdfunding ha smosso una rete di forze incredibile, mesi di lavoro sono stati indirizzati a questo scopo, a un picco che ci ha permesso di raggiungere il target di mezzo milione di euro in sole 36 ore. Attualmente siamo in overfunding e continuiamo a crescere. 

Grazie a questa nuova immissione di capitale la società avrà le risorse necessarie per completare l’exchange e puntare all’internazionalizzazione del suo business. Questo nuovo round ha portato la startup a una valutazione pre-money di 8.5 milioni di euro.

Cosa vi aspettate da Forum Banca?  

Partecipare a Forum Banca è per noi motivo di orgoglio, in quanto ci andremo a confrontare con realtà italiane ed internazionali importanti in ambito finanziario.

Perseguiamo l’idea che le criptovalute stiano andando a costituire una realtà finanziaria parallela a quella tradizionale. Per questo riteniamo di fondamentale importanza una sinergia costruttiva con realtà fintech ed enti bancari, dalla cui collaborazione potrà beneficiare tutto l’ecosistema, verso il comune obiettivo di porre le basi per la costruzione della banca del futuro.

Grazie per l'intervista Andrea e ci vediamo presto al Fintech Smart Village di Forum Banca!